Come spesso accade nel mondo accademico, la gratitudine ha un significato diverso all’interno della psicologia positiva rispetto a ciò che significa nella vita di tutti i giorni. Per fare ciò dobbiamo porci degli obiettivi sensati e raggiungibili, poi acquisire una strategia ... Come in molti sapranno, oramai il mio approccio sta virando sempre di più sul lavoro con le credenze. Il motto base è “Quello che credo crea la mia realtà, quello che dico la plasma ogni giorno� ... Vademecum su come prendere decisioni senza temere poi di pentirsene, Copyright © 2008 All contents by Italia Web s.r.l. Il Dr. Giacomo Bono, che ha condotto lo studio, ha detto che le sue scoperte suggeriscono: “… che la gratitudine può essere fortemente legata alle competenze di vita come la cooperazione, lo scopo, la creatività e la perseveranza e, in quanto tale, è risorsa vitale che i genitori, gli insegnanti e tutti coloro che lavorano con i giovani dovrebbero aiutare a costruire.” Una maggiore gratitudine può essere esattamente ciò di cui la nostra società ha bisogno per coltivare una generazione che è pronta a fare la differenza nel mondo. In modo semplice si può affermare che la Psicologia Positiva si concentra sul mantenimento e lo sviluppo del benessere e della fioritura personale e organizzativa, senza per questo, dimenticare le dimensioni difficili, complesse e negative della vita di ognuno di noi.. La lettera di gratitudine, come si sa, è una tecnica di psicologia positiva in cui un partecipante esprime gratitudine per le cose che apprezza della propria vita. 349.0066725 - Responsabile: Laura Duranti. La gratitudine come sentimento della vigilia. E’ importante non solo provare gratitudine, ma anche trasformare questo sentimento in azione, esprimendola a parole. Una ricerca ha stabilito un collegamento tra la gratitudine e l’autocontrollo: con semplici esercizi volti ad incrementarla, si può arrivare ad essere più pazienti, meno egoisti e questo può costituire un fattore protettivo da una vasta gamma di malattie sociali come atteggiamenti compulsivi, obesità e fumo. 7 libri di psicologia positiva 1.“La costruzione della felicità”, Martin E. P. Seligman. Gratitudine: alcune definizioni Un riconoscente … In conclusione non è la felicità a renderci grati, ma è la gratitudine a renderci felici, perché gratitudine vuol dire in fondo provare grande pienezza, sentirsi compiuti, apprezzando esattamente ciò che è in ogni momento senza attendere o desiderare con tutto se stesso altro se non quello che si vive  ed in quel preciso istante. I partecipanti ad uno studio sono risultati essere il 25% più felici, in media, dopo aver praticato un po’ di gratitudine, per un periodo di 10 settimane. Devi essere connesso per inviare un commento. La gratitudine è il nuovo “miracolo emotivo”. ”. Ciò sembra ispirare le persone a riflettere attentamente su quello che c’è e che si ha, ricordando che anche se non lo vogliamo è probabile che ciò che in un dato momento abbiamo, dopo, potrà non esserci più. La scienza della psicologia positiva si basa sullo studio scientifico di ciò che rende la vita degna di essere vissuta. Sì, secondo diversi studi condotti nell’ambito della Psicologia Positiva. Abbiamo tutti bisogno di un po’di cose materiali nella nostra vita, ma a volte il desiderio di ottenere sempre più, può andare fuori controllo. Gratitudine non è sentirsi riconoscenti per quello che abbiamo, che può essere sia piccolo o grande, ma è nel  sentirci riconoscenti senza motivo. Per esprimere gratitudine però, non basta semplicemente dire “grazie!” bisogna collegarsi con la nostra vera essenza,  con la nostra anima poiché è in questo modo che diventiamo tutt’uno con ciò che ci è dato ed è come se ci dicessimo non solo agli altri ma a noi stessi: “Questo è il momento che ho sempre aspettato è ciò per cui vale la pena essere qui ed ora”. Psicologia Positiva e Coaching. 6-lug-2020 - Esplora la bacheca "Gratitudine e compimento" di Bracchilaura su Pinterest. El desarrollo teórico e investigativo que ha dominado a la psicología a lo largo del tiempo ha estado centrado en las emociones negativas, y en la debilidad humana en general, dando lugar a un marco disciplinar sesgado hacia lo patogénico, aspecto que ha incidido en que la psicología sea identificada como psicopatología o psicoterapia (Strumpfer, 2004; Vera, 2006). Ecco perché le persone che si sentono più grate si sentono anche più soddisfatte della loro vita. la gratitudine non ci fa sentire semplicemente meglio, ma ci consente anche di pensare meglio. Così è più probabile che diventi un’abitudine. Nella nostra quotidianità spesso ci comportiamo come se gratitudine e apprezzamento fossero qualità da tirare fuori solo nelle occasioni molto speciali ed proprio perché diamo tutto per scontato, che ci induriamo ed irrigidiamo verso noi stessi e verso gli altri. Numerosi studi di psicologia positiva hanno dimostrato che le persone orientate alla gratitudine sono più vitali, ottimiste, empatiche e sperimentano più spesso emozioni come gioia, meraviglia e così via. Come spesso accade nel mondo accademico, la gratitudine ha un significato diverso all’interno della psicologia positiva rispetto a ciò che significa nella vita di tutti i giorni. La psicologia positiva è un settore della psicologia che è emerso in modo significativo negli ultimi vent’anni. Gratitudine, dono, perdono, spiritualità. Tel. La gratitudine, come altri sentimenti positivi, difatti fa decisamente vivere meglio. La ricerca della Dr. Sara Algoe e colleghi, ha scoperto che la gratitudine aiuta a rafforzare le relazioni intime. Le persone grate sperimentano più emozioni positive, più soddisfazione nella vita e bei sentimenti quali empatia, generosità, vitalità, ottimismo e meno depressione e stress psico-fisico. E-mail: daniela.cangelosi@spazio-psicologia.com, Permalink link a questo articolo: http://spazio-psicologia.com/psicologia-2/benessere-e-psicologia-positiva/gratitudine-ed-i-suoi-benefici-come-praticarla/. O Coaching é uma poderosa metodologia de desenvolvimento humano e aceleração de resultados pessoais e profissionais. Gioco d’Azzardo Patologico (GAP): sei addicted? Le emozioni positive nella vita individuale e sociale è un libro di Paola Farneti pubblicato da Franco Angeli nella collana Serie di psicologia: acquista su IBS a 18.00€! La gratitudine è un’emozione che può essere coltivata. La gratitudine ha numerosi effetti benefici: può motivare gli altri, aumenta il controllo di sé, permette di costruire legami sociali ed altro ancora …. Praticare la gratitudine consente alle persone, in misura maggiore, di notare le cose che hanno, piuttosto che di pensare a ciò che manca. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Oggi vorrei parlarvi di un breve esercizio di psicologia positiva: il diario di gratitudine. Quindi, si può pensare in che modo questi eventi positivi sono intervenuti nella nostra vita. A proposito del cuore, alcuni studi hanno dimostrato che questo muscolo cardiaco genera un campo elettromagnetico intorno a noi addirittura fino ad alcuni metri di diametro. Ecco alcuni suggerimenti: – pensate a tre cose per le quali siete grati, i benefici che vi danno e senza le quali la vita sarebbe più povera. Psicologia positiva, che studia scientificamente tutto ciò che fornisce il benessere psicologico, ha avviato un'indagine sugli effetti della gratitudine alla fine degli anni '90, attraverso Robert Emmons dell'Università della California e Michael McCullough dell'Università di Miami. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra, Registrazione/Login Scuole, Ordini e Associazioni. Negli ultimi anni l’interesse per lo studio sistematico e l’applicazione scientifica di tale processo ha preso sempre più piede, grazie alla nascita di un movimento specifico definito “Psicologia Positiva”, identificata dallo psicologo americano Martin Seligman. La gratitudine può combattere il materialismo, aiutandoci ad apprezzare quello che già abbiamo. Quando ringraziamo gli altri, ciò agisce come un potente motivatore per loro, affinchè ci aiutino di nuovo. Martin Seligman, psicologo, scrittore e direttore del dipartimento di Psicologia dell’Università della Pennsylvania, è ritenuto senza dubbio il padre della psicologia positiva – o quanto meno il suo più noto rappresentante. Non si tratta però di un nuovo movimento o di un nuovo paradigma: la psicologia positiva può essere definita come una prospettiva scientifica di studio e analisi del comportamento umano che privilegia gli aspetti costruttivi, creativi e propositivi di individui e gruppi. A volte è difficile mettere a nudo i propri sentimenti e aprire il nostro cuore agli altri, ma ciò è essenziale per il proprio benessere e ci fa apparire autentici agli occhi degli altri. E’ proprio quando riconosciamo il valore di ciò che abbiamo, ecco che allora che ci sentiamo ricchi e fortunati viceversa sventurati e soprattutto infelici. E’ solo recentemente che ha iniziato ad essere approvata dalla scienza. Psicologa e Insegnante di scuola primaria Maleducazione, irascibilità, rammarico e eccessivo criticismo regnano sovrani. Antecedentes. Provare gratitudine e apprezzare tutti gli esseri viventi, così come tutto ciò che ci circonda cose, animali, piante, ecc. dovrebbe essere un sentimento per così dire naturale. Ma è sempre così nella nostra vita? Al contrario, quando ci sentiamo grati, emotivamente equilibrati, produciamo un ritmo cardiaco coerente, un andamento calmo, uniforme dei ritmi cardiaci: il corpo aumenta la produzione di ormoni utili come l’ormone anti-invecchiamento DHEA, aumenta le funzioni cognitive e rafforza il sistema immunitario. Coltivare uno stato mentale positivo ed ottimista migliora la qualità della vita. Questo piccolo esperimento dimostra che la gratitudine è un dato positivo e desiderabile, che la gente trova generalmente piacevole. Le persone orientate alla gratitudine, di fronte alle sfide della vita, tendono a rifuggire la negazione, il senso di colpa ed il ricorso all’uso di sostanze in favore di modalità costruttive di risoluzione dei problemi, alla ricerca di sostegno da parte degli altri, di reinterpretazione e di crescita positiva. Molti di noi associano la gratitudine con il dire “grazie” a qualcuno che ci ha aiutato o ci ha fatto un regalo. Al contrario: il sentimento di gratitudine può effettivamente aiutare le persone a prendere le giuste decisioni. Ripetete questi esercizi ad intervalli regolari. Esso si dedica alla ricerca ed alla coltivazione di ciò che più rende la vita valorosa e degna di essere vissuta. Martin Seligman è un famoso psicologo americano che ha sviluppato la psicologia positiva, disciplina che studia come migliorare il benessere personale. Sono queste le occasioni in cui  il nostro cuore si scalda e si riempie di amore, la vera unica linfa vitale. Para isso, o método reúne e utiliza diversos tipos de ciências do comportamento humano e, uma delas, é a Psicologia Positiva. e C.F. Essere grati al nostro partner per tutte le piccole gentilezze, può fare la differenza in un rapporto. Sembra davvero che la gratitudine abbia il potere di approfondire le nostre connessioni con gli altri. Gratitudine e Psicologia. Ed oggi, il nostro desiderio per le cose, è fortemente incoraggiato dalla società in molti modi. Qualunque sia la forma che assume, uno degli effetti più conosciuti è che la gratitudine fa più felici. Inoltre, vi sono evidenze a favore del fatto che gli interventi che rafforzino le caratteristiche positive, come la gratitudine e la flessibilità, possano aiutare a sviluppare le strategie per far fronte ad eventi di vita negativa, prevenendo così lo sviluppo di eventuali sintomi psicologici (Wood e Tarrier, 2010). In uno studio è emerso che essere semplicemente incoraggiati ad avere pensieri riconoscenti non era sufficiente per aumentare la felicità. A volte non riusciamo a vedere ed apprezzare i doni insospettati che abbiamo o per via delle troppe preoccupazioni, della fretta o della poca attenzione per cui  si fa presto a dimenticare o ignorare ciò che ha valore. La gratitudine è un’emozione positiva, che è davvero importante perché serve a uno scopo. Spazio Psicologia - p.za Bottini,4 - 20133 Milano Se nessuno di questi funziona per voi, allora inventate un vostro modo personale di allenare la gratitudine. Lamentarci con noi stessi ci ha mai fatto ritrovare una motivazione perduta? Gli studi in merito hanno ripetutamente dimostrato che possiamo essere in grado di esercitare la nostra gratitudine, l’ottimismo e l’entusiasmo. La gratitudine fa parte dell’atteggiamento positivo con cui guardare alla vita, ci permette di cogliere il lato positivo nonostante il male e le sofferenze che ci attanagliano, è uno stato mentale che implica equilibrio, accettazione, distacco…Se ci concentriamo costantemente sul negativo, prima o poi le nostre risorse diminuiranno e saremo avvolti dalla tristezza e dall’angoscia perché ciò che prevarrà e … Dato che la vita ci sottopone a prove faticose, è fondamentale avere una buona capacità di fronteggiare le difficoltà. Tariffario Ufficiale dell’Ordine degli Psicologi, E-therapy: linee guida per le prestazioni psicologiche a distanza, Chi sono i Counselor, i Reflector e i Personal o Life-Coach, Cos’è la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale, Evidenze scientifiche sull’efficacia della terapia cognitivo comportamentale, Vantaggi fiscali: detrarre le prestazioni psicologiche. Gli individui grati esprimono tipicamente il loro apprezzamento agli altri in modo sincero, di cuore e non per essere educati. Psicologa, Psicoterapeuta | Caserta (CE), Scopri tutti gli Eventi di Psicologia presenti oggi nella tua città. La gratitudine  in quanto qualità del cuore può essere attivata solo attraverso la nostra coscienza e la nostra volontà, scegliendo istante dopo istante che vita vivere, ma soprattutto con che tipo di atteggiamento assumere per vivere la vita. Migliorare noi stessi vuol dire essere in grado di ottenere dalla vita le cose che più desideriamo. Algoe ha detto: “sentimenti di gratitudine e generosità sono utili per solidificare i nostri rapporti con le persone che amiamo.” Essa è stata collegata a molti risultati sociali positivi: migliora la capacità delle persone di creare e coltivare relazioni. Iscr. Non è vero che le emozioni tendono ad interferire con i processi decisionali, che dovremmo essere sempre freddi e calcolatori per fare le scelte giuste. A psicologia positiva é descrita como um movimento que nos últimos anos tem ganho terreno dentro das ciências sociais e do comportamento, considerando, entre outros, aspectos como a felicidade e outras emoções positivas, os seus benefícios e as formas de os desenvolver. Si para di rapporto tra spiritualità e psicologia positiva. Di seguito, sono descritti  alcuni modi con i quali si può esprimere gratitudine e che possono contribuire a massimizzarla. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. La gratitudine nel corso della storia e da molti studiosi,fil… Gratitudine e Psicologia Gratitudine non significa solo dire “grazie” a qualcuno che ci ha aiutato o ci ha fatto un regalo: da una prospettiva scientifica, la gratitudine non … Questa branca della psicologia integra il pensiero positivo all’interno delle attività lavorative, ponendo l’attenzione proprio sull’impatto che ciascuno ha sul benessere in azienda e sulle performance aziendali. In questo articolo, vediamo nel dettaglio cos’è la psicologia positiva e … Come ha detto il filosofo greco Epicuro: “Non rovinare quello che hai, desiderando quello che non hai; ricorda che ciò che ora hai, un tempo lo avevi desiderato. La gratitudine, come altri sentimenti positivi, difatti fa decisamente vivere meglio. Ordine Psicologi del Piemonte: n. 6317, Cell: 339.1243775 I partecipanti ad uno studio sono risultati essere il 25% più felici, in media, dopo aver praticato un po’ di gratitudine, per un periodo di 10 settimane, http://spazio-psicologia.com/psicologia-2/benessere-e-psicologia-positiva/gratitudine-ed-i-suoi-benefici-come-praticarla/. – tenete un “diario della gratitudine” in cui annotare ciò che vi accade, sia di positivo, sia di negativo in modo da avere un quadro realistico degli eventi in corso. Anche se ancora non si dispone di dati certi, la gratitudine è stata collegata ad una migliore salute fisica, specialmente ad un sonno migliore e a più bassi livelli di stress. ”. Uno studio ha trovato che i bambini che sono più grati, percepiscono la vita con maggior significato, ottenendo più soddisfazione, sono più felici e sperimentano minori emozioni negative. funzionalità. Ma se ci abituiamo a  volgere lo sguardo più in profondità, se impariamo a sentire la gratitudine come una qualità da coltivare, ecco che essa non diventa più un evento straordinario, eccezionale, ma un sentimento di base che porta apertura, calore, intimità e non da ultimo felicità. Il relatore è il prof. Bottazzi direttore del corso tematico in Teologia e scienze umane della facoltà valdese di teologia. © 2005-2014 Spazio Psicologia. essere consapevoli delle nostre fortune, assaporando ciò che la vita ci ha dato, ringraziando qualcuno o sorprendendoci di tutto quello che semplicemente ci circonda. Direi proprio di no! Le emozioni negative causano un ritmo cardiaco incoerente, che ha un effetto dannoso sul nostro corpo: vengono rilasciati ormoni dello stress e cortisolo, il cuore batte più velocemente e la pressione sanguigna si alza. Le strategie della psicologia positiva (PP) Provare gratitudine, non paragonarsi troppo agli altri e accettare le circostanze che non possono essere cambiate sono le strategie del benessere personale secondo la PP. Gli scienziati dell’Università del Wisconsin (USA) hanno analizzato l’attività cerebrale nell’ambito di uno studio durato 12 anni sulla meditazione e la compassione. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. In altre parole: non è solo una sensazione passeggera, ma può anche essere un pensiero che ci sostiene. Oppure quante volte nel corso della giornata ci capita di lamentarci o di brontolare rispetto a qualcosa accaduto al lavoro, o a casa con i nostri familiari? Smetti di raccontartela se vuoi “guarire”: smascherare gli alibi che impediscono il cambiamento, La gratitudine come sentimento di vigilia, Psicoterapia ad indirizzo cognitivo comportamentale, Valutazione e consulenza psicodiagnostica. Christmas Card: metti lo psicologo sotto l’albero! Buongiorno a tutti e benvenuti su Hauora. Gratitudine, dalla parola latina gratus "piacevole, grato", o riconoscenza, è un sentimento di apprezzamento provato da e/o una simile risposta positiva mostrata dal destinatario di gentilezze, regali, aiuto, favori o altri tipi di generosità, verso chi fa tali doni. La psicologia positiva è un filone di ricerca relativamente nuovo nella psicologia. Secondo Karl Bart: “La gioia è la forma più semplice di gratitudine” esiste infatti una stretto  interconnessione tra la nostra infelicità e la gratitudine, o meglio, l’assenza di gratitudine. Secondo la psicologia positiva la gratitudine è un sentimento di apprezzamento – per qualcosa o per qualcuno – che produce una positività duratura.Ma è anche un sentire più generale, rivolto alla Vita, che nasce nel momento in cui si entra nella magia delle infinite possibilità e della meraviglia. Ciò che ha reso il pensiero riconoscente è stato concentrarsi sulla fine imminente di un’ esperienza piacevole, ricordando che tutte le cose devono finire, in modo da goderne mentre è ancora possibile. Le persone grate sperimentano più emozioni positive, più soddisfazione nella vita e bei sentimenti quali empatia, generosità, vitalità, ottimismo e meno depressione e stress psico-fisico. Seligman cita varie ricerche secondo cui le persone che provano emozioni positive vivono più a lungo e in migliori condizioni di salute. Si tratta di una branca relativamente nuova della psicologia ed è stata chiamata “psicologia positiva”. Desiderio sessuale: la biologia e l’affetto. L'esperienza della gratitudine è stata storicamente al centro di diverse religioni del mondo. La gratitudine fa parte dell’atteggiamento positivo con cui guardare alla vita, ci permette di cogliere il lato positivo nonostante il male e le sofferenze che ci attanagliano, è uno stato mentale che implica equilibrio, accettazione, distacco…Se ci concentriamo costantemente sul negativo, prima o poi le nostre risorse diminuiranno e saremo avvolti dalla tristezza e dall’angoscia perché ciò che prevarrà e ciò a cui diamo potere sarà solo il brutto che ci accade, oscurando così le cose belle. Studi  psicologici attestano infatti che la depressione insorga non tanto per ciò che ci succede nella vita, ma come conseguenza al nostro monologo interiore, quando malcontento e lamentale diventa il rumore di fondo, da questi atteggiamenti non possiamo certo attingere la gioiosità di cui abbiamo bisogno per affrontare la vita nei sui percorsi e molto spesso nei suoi imprevisti. Riproduzione riservata. Gratitudine, quindi, non significa solo dire “grazie” a qualcuno che ci ha aiutato ma rappresenta un’emozione positiva connotata da varie sfaccettature. In particolare essa consiste nel riconoscere in ogni momento il valore di ciò che la vita ci offre anche in quelli situazioni che rendono il nostro vivere difficile o problematico. MIGLIORAMENTO PERSONALE: OPPORTUNITÁ O SCOMMESSA? Naturalmente è stato dimostrato che i tracciati dell’attività cardiaca sono differenti se i soggetti sono felici, arrabbiati, frustrati o tristi. Invece da una prospettiva scientifica, la gratitudine non è solo un’azione.