Tuttavia, i russi non erano abili nell'uso e nella produzione di bocche da fuoco. Questa raccolta è il frutto del lascito testamentario del 26 gennaio 1965, con cui l'imprenditore Luigi Marzoli di Palazzolo sull'Oglio legò al comune di Brescia la propria collezione privata di armi antiche, raccolte in un cinquantennio di ricerche. Gratuito per i bambini con meno di 12 anni Le spade vengono fotografate da ogni angolazione con ogni particolare, decorazioni e incisioni messi ben in evidenza. Museo d'Arti Applicate : Armi Da Fuoco. Una selezione è esposta nel palazzo cinquecentesco Duranti-Marzoli di Palazzolo sull'Oglio, di proprietà della famiglia Marzoli, dove è nata la collezione. Annali, Museo Storico Italiano della Guerra n. 25/2017 179 LUIGI CARRETTA I FUCILI ANTICARRO DEL MUSEO STORICO ITALIANO DELLA GUERRA Il fucile anticarro rappresenta una categoria estremamente particolare nel campo delle armi da fuoco. Ad esso sono da aggiungersi altri 300 pezzi, già appartenenti alle civiche raccolte (specialmente armi da fuoco del XIX secolo). Le opere principali offrono un adeguato panorama del patrimonio del Museo, che si colloca tra i più completi e omogenei del suo genere. Dal portico si accede al piano terra in cui si trovano il salone e la sala, entrambi con affreschi del 1770-1780. Il Palazzo Duranti-Marzoli è una costruzione rinascimentale a due piani del XVI secolo, già dimora dei conti Duranti e acquisito nel 1920 dall'imprenditore Luigi Marzoli. Ospita 2000 armi antiche che lo Stato sammarinese ha acquisito fra il 1956 e il 1972. La facciata esterna, sulla strada regia che collega Brescia con Bergamo e Milano è fornito di un portale d'accesso in arenaria grigia di Sarnico sormontato da un balcone delimitato da una cornice dello stesso materiale e stile del portale. Seguendo questo piano terra, possiamo trovare diverse sale tematiche che espongono dalla migliore collezione di Bandiere delle Milizie a una vasta collezione di armi, incluse armi da fuoco e materiali vari. Il percorso espositivo previsto dal Museo dei Ferri Taglienti per il 2017 propone un itinerario intorno alle armi “da offesa” e “da parata” appartenenti al subcontinente indiano. Al nucleo portante della raccolta si aggiungono inoltre altri 300 pezzi appartenenti alle Civiche raccolte, specialmente armi da fuoco del XIX secolo. Il Museo delle armi di Brescia è stato istituito dopo la donazione della collezione di Luigi Marzoli, Cavaliere del Lavoro e imprenditore di successo, da cui prende il nome. Le opere principali offrono un adeguato panorama del patrimonio del Museo, che si colloca tra i più completi e omogenei del suo genere. Naviga tra pistole, Carabine, Fucili, Combinati, Express, Monocanna, da Dimar Armi troverai solo le migliori marche di armi da fuoco presenti sul mercato nazionale e internazionale. Questa raccolta è il frutto del lascito testamentario del 26 gennaio 1965 , con cui l' imprenditore Luigi Marzoli di Palazzolo sull'Oglio legò al comune di Brescia la propria collezione privata di armi antiche, raccolte in un cinquantennio di ricerche. Fra alabarde, bocche da fuoco, mosconi e spingarde, ampio spazio viene dedicato in un’apposita sezione del Museo alla ricca rappresentanza di armi da fuoco, realizzate dai più famosi maestri di canne come i Cominazzo, i Chinelli, i Dafino e gli Acquisti. A queste si affianca una serie di armi in asta, quali falcioni e alabarde di varia forma e tipologia, alcune artisticamente incise. Nella produzione di armi da fuoco eccelsero, per quanto riguarda l'Italia, gli artigiani bresciani della Valtrompia, particolarmente del distretto di Gardone Val Trompia, dove la disponibilità delle materie prime, dell'acqua necessaria per il funzionamento delle macchine idrauliche unita a una capacità tecnica affinata in secoli di produzione armiera resero possibile una tradizione. Museo delle Armi Luigi Marzoli Le sezioni del nuovo percorso di visita La prima sezione è dedicata al periodo che va dall’Età Longobarda al Basso Medioevo e in particolare al corredo del guerriero altomedievale.Risale infatti al periodo longobardo la prima traccia documentaria di una fortificazione posizionata sulla sommità del colle Cidneo. Museo storico della Federazione balestrieri sammarinesi, Museo della civiltà contadina e delle tradizioni della Repubblica di San Marino, Museo dell'emigrante della Repubblica di San Marino, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Museo_delle_armi_moderne&oldid=112493076, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Tenendo conto dell'elevato rischio di riattivazione delle armi da fuoco disattivate scorrettamente e al fine di migliorare la sicurezza in tutta l'Unione, è opportuno che tali armi da fuoco rientrino nell'ambito d'applicazione della direttiva 91/477/CEE. Ad esso sono da aggiungersi altri 300 pezzi, già appartenenti alle civiche raccolte (specialmente armi da fuoco del XIX secolo). Allevi, Piersergio. 580 pezzi (parte dei 1090 pezzi del lascito di Luigi Marzoli). Numerose le armi offensive corte tra cui si distinguono per originalità gli spadoni a due mani, e le cinquedee, specie di spade corte e larghe. Persino un’intera sala dedicata alle armi di lusso. Le porte virtuali del Museo sono aperte con l’App La Carrara, disponibile gratuitamente da App Store e Google Play. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 26 apr 2020 alle 18:28. 12:44. the secret world of the japanese swordsmith - … Save Museo delle Armi e della Tradizione armiera Gardone Val Trompia to your collection. Le armi custodite sono di varia provenienza. Consulta il nostro ampio catalogo di armi da fuoco.Per legge non possiamo venederle online, ma puoi sempre venire a trovarci per vedere le tue armi da fuoco per la caccia, per il tiro a segno o per la difesa personale. Dieci le sale espositive. L'apertura del balcone è coronata da un timpano spezzato. Il Museo delle Armi di Brescia ti attende per un entusiasmante tuffo nel passato, a partire dall’epoca della cavalleria pesante fino a … Nella facciata esterna a ovest sono conficcati due proiettili esito di un cannoneggiamento del 1705 tra le truppe francesi e austriache in occasione della guerra di successione spagnola. Title: Microsoft Word - A1.doc Author: User Created Date: 7/5/2010 11:17:26 AM Durante la sua vita Marzoli acquistò una vasta collezione di armi e armature, che divenne una delle … Guida alla visita del museo a cura di Kirsten Aschengreen Piacenti 2011 Polistampa www.piccoligrandimusei.it L'esposizione è costituita da armature e parti di armature, a carattere prevalentemente difensivo, del XV-XVII secolo, di armi bianche corte e lunghe da pugno e in asta del XV-XVII secolo e di armi da fuoco corte e lunghe ivi compresi 15 cannoni del XV-XVIII secolo. Nato sui campi di … Orari di aperuta Museo: mar, mer: 14.30 - 18.30 gio, ven: 09.00 - 12.00, 14.30 - 18.30 sab: 09.00 - 12.00 Domenica visite guidate per gruppi e scuole di almeno 25 persone su prenotazione da effettuarsi con anticipo di almeno 15 giorni.. Intero: € 5.00 Ridotto (dai 13 ai 18 anni): € 3.00. Il Museo di Armi Antiche è ospitato negli ultimi due piani dell’antica Torre Civica del paese che risale al novecento. Nel 1965 lasciò per testamento la sua collezione, più di un migliaio di pezzi, al comune di Brescia che ne fece il nucleo centrale del Museo delle Armi Angelo Marzoli. L'edificio ha una struttura architettonica costituita da due corpi di fabbrica uniti ortogonalmente a L sull'angolo di Nord-Ovest e che racchiudono, con il portico delimitato da colonne di pietra di Sarnico, un delizioso giardino. Used. Museo delle Armi "Luigi Marzoli" Via Castello, 9 - … MUSEO DELLE ARMI “LUIGI MARZOLI” ... per ospitare una delle più ricche raccolte europee di armature e armi antiche. Una vecchia scala in pietra ci dà accesso al piano superiore dove è esposto un percorso storico. Si proporrà di raccontare l'importante produzione di armi da fuoco della Brescia del Seicento, seguendo un doppio binario: da un lato, l'attività dei maestri archibugiari e la descrizione delle loro creazioni, ancora visibili in museo; dall'altro, l'inesorabile sviluppo della violenza nella città e nella provincia. Il volume illustra 51 pezzi, dei circa 600 presenti nella collezione del Museo Stibbert di Firenze, tra i più interessanti a livello artistico delle armi da fuoco a ruota, di varie epoche e provenienti per la Al nucleo portante della raccolta si aggiungono inoltre altri 300 pezzi appartenenti alle Civiche raccolte, specialmente armi da fuoco del XIX secolo. La sua passione per la meccanica fine e per le armi antiche lo portò a collezionare armi da difesa e d'offesa, sia bianche che da fuoco, acquistandole ovunque nel mondo. Inaugurata nel 1988 su allestimento di Carlo Scarpa e Francesco Rovetta, opera completamente postuma. Dalla funzione difensiva, sono esposti spadoni, spade, stocchi, pugnali e mazze chiaramente offensivi. Oltre che da strumenti difensivi come scudi e armature, la raccolta è composta pressoché esclusivamente da armi bianche, ovvero armi complete di lama; agli occhi dei due fratelli esse apparivano, rispetto a quelle da fuoco, più funzionali all’evocazione … Le armi da fuoco seicentesche con accensione a focile[1] sono rappresentate sia nella versione corta che lunga, quali pistoletti, pistole, terzette, mazzagatti per la prima e archibugi, carabine, schioppi, trombini e fucili per la seconda. Antiche armi da fuoco: 4/4 Museo delle della tradizione armiera di Gardone VT - Duration: 12:44. brescialeonessa 18,304 views. Share Museo delle Armi e della Tradizione armiera Gardone Val Trompia with your friends. Il Museo delle armi Luigi Marzoli, che si trova nel Mastio Visconteo del Castello di Brescia, espone raccolte di armi antiche d'Europa. Nel museo si possono vedere più di 1.300 pezzi, per lo più di produzione di Brescia con armi da fuoco, armature e armi da parata, suddivisi per epoca e tipo. Nel museo viene presentata parte della ricca collezione oplologica che lo Stato ha acquisito fra il 1956 e il 1972. Published by Electa (1990) ISBN 10: 8843533371 ISBN 13: 9788843533374. Musei Civici: Museo delle Armi L. Marzoli (Brescia) ospita una delle più grandi collezioni di armi d' Europa. La progressione dello sviluppo delle armi da fuoco la si può vedere, e imparare, nel Museo delle Armi e della Tradizione armiera di Gardone Valtrompia, patria della famosa Beretta armi. Il Museo delle armi moderne ha sede a Città di San Marino, Repubblica di San Marino, in palazzo Manzoni Borghesi (vicino alla basilica di San Marino) e ospita una collezione privata oplologica. All'inizio del XV secolo, tutte le principali fortezze russe avevano ormai dei cannoni di protezione. Le armi sono state sistemate in locali del Mastio del Castello di Brescia. Sono armi costruite nel periodo che va dal XV al XVII secolo per le quelle bianche e fino al XVIII per quelle da fuoco, espressione della capacità e abilità di artigiani prevalentemente lombardi. E ancora armature del Quattrocento, armi da fuoco, splendidi scudi da parata riccamente decorati. Il Museo delle armi Luigi Marzoli, che si trova nel Mastio Visconteo del Castello di Brescia, espone raccolte di armi antiche d'Europa. Raccoglie circa duemila armi da fuoco, incentrandosi in particolare su oggetti in uso nel periodo che va dalla prima alla seconda guerra mondiale. La collezione delle armi da fuoco, più ricca e rappresentativa di quella delle armi da taglio, ad eccezione della singola pistola, è costituita da una serie di fucili - di provenienza calabra, sarda e altoatesina - con meccanismo di accensione a 'pietra' focaia. Tomorrow at 9:00 AM + … Una selezione di esse è esposta nel palazzo cinquecentesco Duranti-Marzoli di Palazzolo sull'Oglio, di proprietà della famiglia Marzoli, dove è nata la collezione. Dieci le sale espositive. La collezione è una di quelle rammentate da Douglas Cooper nel suo volume del 1963, Great private Collections, accanto alle raccolte dei Rotschild e di sir Denis Mahon. Il sistema a focile ovvero ad "acciarino" è costituito da una piastra metallica dalla forma più o meno arcuata che incorpora al suo interno una serie di molle (dal profilo cosiddetto a V) agenti su leve e parti meccaniche alle quali, nel profilo esterno, sono vincolati il "cane" e la "martellina" quest'ultima a copertura del relativo "bacinetto" (o volgarmente scodellino)contenente la, Museo storico della motorizzazione militare, Museo nazionale della campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma, Museo storico del Corpo militare dell'ACISMOM, Scavi archeologici di palazzo Martinengo Cesaresco Novarino, Museo civico di scienze naturali di Brescia, Museo civico archeologico Giovanni Rambotti, Museo dell'energia idroelettrica di Valcamonica, Museo archeologico nazionale della Valle Camonica, Museo della civiltà contadina di Calvisano, Museo nazionale della preistoria della Valle Camonica, Museo didattico di arte e vita preistorica di Capo di Ponte, Museo etnografico del ferro, delle arti e tradizioni popolari, Parco nazionale delle incisioni rupestri di Naquane, Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina, Museo del Risorgimento di Solferino e San Martino, Museo storico del Risorgimento Agostino Bianchi, Fondazione Biblioteca Morcelli - Pinacoteca Repossi, Grotte di Catullo e museo archeologico di Sirmione, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Museo_delle_armi_Luigi_Marzoli&oldid=112847426, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Le prime armi veramente efficaci furono portate in Russia dalla Polonia e dalle terre tedesche tra la fine del XIV e l'inizio del XV secolo. Scopri i capolavori delle collezioni con i percorsi e le playlist pensati per te, scarica la App e inizia la tua visita su app.lacarrara.it. Il Museo delle armi antiche di San Marino si trova nella Seconda Torre, situata a 755 metri di altezza sul Titano. La collezione comprende complessivamente 125 pezzi così suddivisi: 61 armi bianche, 34 armi da fuoco, 30 pezzi attinenti, tutti catalogati e schedati. Hardcover. Sono presenti armature complete da cavaliere, sia da guerra che da parata. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta l'8 mag 2020 alle 03:40. Studio fotografico delle più famose e prestigiose spade prodotte nel Vicino Oriente dal 12° al 19° secolo e attualmente custodie presso il museo militare Askeri a Istanbul. Il Museo delle armi moderne ha sede a Città di San Marino, Repubblica di San Marino, in palazzo Manzoni Borghesi (vicino alla basilica di San Marino) e ospita una collezione privata oplologica.. Raccoglie circa duemila armi da fuoco, incentrandosi in particolare su oggetti in uso nel periodo che va dalla prima alla seconda guerra mondiale.Le armi custodite sono di varia provenienza. Qui troviamo le vetrine dedicate al XV secolo, un momento cruciale per la storia militare, con la guerra dei Cento anni e la battaglia di Angincourt (1415): in cui si ha la sostituzione delle armi medievali con le armi da fuoco, come i cannoni, che cambierà il modo di combattere. Si tratta di una selezione di armi bianche significative per la tipologia delle lame e per la preziosità della … MUSEO DELLE ARMI. In questi e in altri locali del piano terra sono esposte le armi della collezione. Orari e biglietti.